EXPO

Expo

La tanto famosa, controversa, dibattuta, criticata e glorificata ESPOSIZIONE UNIVERSALE.. ero un po’ dubbiosa sull’andarci o meno, poi un’amica mi ha convinta e ha fatto bene!

In fondo, è stata realizzata a casa mia, in Italia, a poche ore di macchina da dove abito e sì, se non ci fossi andata alla fine mi sarebbe dispiaciuto davvero; a fine manifestazione, invece del ricordo degli spaghetti di soia vietnamiti o del formaggio olandese avrei avuto l’amaro in bocca del “ma guarda che sei ti persa!” quindi decisamente un grazie a chi riporta le mie idee sulla giusta via tutte le volte che quelle si perdono dietro a chissà quale fisima. Avrei perso un’occasione..ed ho deciso che per quanto possibile, non voglio più perderne o solamente il meno possibile..di qualunque tipo esse siano.

Ma com’è questa EXPO? UNIVERSALE per davvero…Ovviamente in un paio di giorni non sono entrata in nemmeno la metà dei padiglioni, ma per quello che ho potuto vedere, ogni Stato è partito da una propria idea e sviluppandola è arrivato alla realizzazione della struttura vera e propria del padiglione, ovviamente sempre seguendo il tema della manifestazione ossia: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.

Ad esempio, passando di fronte agli Emirati Arabi Uniti ci si trova idealmente davanti a delle grandi dune di sabbia, al contrario davanti all’Austria incontreremo un tipico bosco alpino. L’Argentina che propone strutture a forma di silos si “scontra” con la spiritualità del cerchio della vita del Nepal..e così via..

Il crocevia dell’intera Esposizione è Piazza Italia la quale è attraversata dai due assi portanti che qui s’incrociano :

Il Decumano, ossia la lunga via che idealmente ti porta a fare un immaginario viaggio sensoriale tra i vari paesi del mondo, partendo dall’Irlanda e dalla Repubblica Ceca per arrivare fino all’Oman ed all’Indonesia, passando per i vari Slovenia, Thailandia, Brasile, Sudan…tanto per citarne alcuni;

Il Cardo, in pratica è interamente dedicato all’Italia, in misura minore con padiglioni più piccoli dedicati alle varie regioni per finire al Palazzo Italia vero e proprio oltre che all’ormai famoso Albero della Vita ispirato direttamente ad un disegno di Michelangelo.

Dicevo…EXPO…Keep calm and stai in fila! Ovviamente, ho scelto il periodo di maggior affluenza di tutta la manifestazione quindi c’è poco da fare…armati di pazienza e aspetta! Ecco invece devo dire che i bagni sono stati una rivelazione..per loro attesa zero, accesso diretto se non per giusto 1 minuto di attesa…decisamente strabiliante se pensiamo al numero di visitatori presenti contemporaneamente!

Ma per quanta coda possa esserci, per quanti spintoni tu possa ricevere o improvvisi cambi di direzione fare…vale decisamente la pena partecipare a quest’evento..per avere l’opportunità di assaggiare cibi provenienti dai quattro angoli del pianeta, per avere a disposizione tutti quei capolavori ingegneristici ed architettonici, per capire un po’ di più o addirittura completamente, quali siano le tradizioni, le culture…i colori, i sapori e gli odori di tutti i paesi che hanno scelto di partecipare all’Esposizione Universale di Milano 2015.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...