Pensieri a cavallo del muro

Non sono stata nemmeno 24h in territorio palestinese, vedendo e toccando solamente 100 metri di quel muro che è lungo oltre 700 km per un’altezza di circa 8 metri.. solamente un paio di torrette di guardia e qualche rotolo di filo spinato, eppure mi è bastato. Mi è decisamente bastato per sentirmi rinchiusa in una prigione a cielo aperto, ingabbiata..in trappola. Da parte Israeliana questo muro è visto come una chiusura di sicurezza, per difendersi da eventuali attentati operati da terroristi provenienti dall’oltremuro; da parte Palestinese invece, è conosciuto semplicemente come il muro della vergogna.

IMG_5119

Dal mio ufficio vedo un cantiere autostradale dove, proprio in questo momento, sono alle prese con la costruzione di un muro..lo guardo e mi chiedo il perchè adesso, sotto la sua ombra, non mi senta assolutamente nè reclusa nè minacciata. La risposta che riesco a darmi è che questo serve per costruire qualcosa, è un mezzo per collegare 2 parti di una stessa Italia. Posso attraversarlo come e quando voglio, nessuno mi da istruzioni e regole per farlo. La mia città non è isolata da quella che sta dall’altra parte, i contadini che stanno di qua non sono privati dell’acqua dei loro pozzi e le loro colture non muoiono perchè nessuno può prendersene cura..e di conseguenza nessuno sentirà la fame per non aver potuto raccogliere frutti ed ortaggi.

In Palestina, nella migliore delle ipotesi, le persone si sono trovate ad avere le proprietà divise, nella peggiore invece, le hanno perse del tutto in quanto espropriate perchè sfiga ha voluto che si trovassero proprio sul tracciato del muro..beh, per la pubblica utilità questo ed altro no?

Tra Palestina ed Israele, la parte di muro che vedi stabilisce, se tu sia una persona “buona” o “cattiva”, se godi del diritto di fare ciò che vuoi o, se il diritto concessoti è quello di poter chiedere il permesso. Quando imponi a qualcuno di chiedere il permesso per usufruire di ciò che è suo, o lo rinchiudi nella “parte sbagliata” del mondo, non lo fai per difenderti da un suo attacco, bensì sei te che ne stai sferrando uno. Minando le convinzioni delle persone, portandole allo sfinimento, impoverendole, negando diritti ed imponendo doveri..questo non è uno scudo è un’alabarda spaziale scagliata contro i tuoi fratelli. Magari contro quella persona con con cui da bambino tiravi calci ad un pallone tra i campi dietro casa ed ora che sei grande ci “giochi alla guerra”.. il problema è che non abbiamo ancora capito che quello della guerra non è un gioco, e se lo fosse, perderemmo tutti.. sempre!

IMG_5124

Io sono oggettivamente ignorante, non vivendo e conoscendo fino in fondo tutta l’articolata storia che unisce e separa queste due popolazioni e che di fatto che sta alla base della posa della prima pietra di quest’opera, non posso permettermi troppi giudizi. E’ vero, il: non so, non c’ero, se c’ero dormivo e se dormivo sognavo, non è una scusante per il non essere informata, anche un minimo, su quella che è la realtà e su quelle che sono le dinamiche figlie di interessi economici/politici. Non ci sono sogni nel vivere da reclusi, non si può prendere per oro colato ciò che viene trasmesso in tv, la verità non è mai assoluta, dobbiamo imparare a filtrarla attraverso la bocca di chi la professa. Anche se richiede tempo e dedizione nel mettersi a cercare informazioni più approfondite e veritiere magari attraverso canali anche non ufficiali, voglia di ascoltare non solo tutte le campane ma anche i campanellini e perchè no, anche i fischietti.

Oltremuro mi sono fatta la promessa che mi sarei informata sempre di più, in modo di arrivare ad essere il più consapevole possibile sul mondo che mi circonda, sulle beghe che lo attanagliano ma anche sulle  strepitose sorprese che ci riserva. Ogni immagine o notizia che passa attraverso i miei occhi e le mie orecchie, non deve finire all’interno di un cassettino del cervello per essere archiviata e poi basta..argomento chiuso..no, VOGLIO che per ogni stimolo ricevuto, una domanda sorga spontanea: PERCHE’? Perchè viene costruito un muro? Perchè Gerusalemme è importante per così tante religioni? O ancora, perchè il Capo di Buona Speranza ha questo nome? E poi, in Spagna, le persone che alle 4.30 del pomeriggio mangiano la paella..ma fanno pranzo o cena? Via giù, dai dai, è capace che alla fine del gioco dei perchè, arriverò anche a chiedermi chi sia nato prima se l’uovo o la gallina..?!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...