Quattro giorni in Sicilia: Itinerario di viaggio

Quattro giorni in Sicilia.

Che cosa fare in quattro giorni in Sicilia?

Dove andare? Quali città visitare? Oppure puntare verso il mare?

Io, una tale offerta in termini di bellezza, storia, arte, cultura, borghi marinari, città d’arte, e via e via e via, onestamente non l’avevo mai vista.

Pensare di fare la Val di Noto in così poco tempo è follia pura! Ogni città è un mondo a parte a cui andrebbe dedicato tempo, tempo che ovviamente in poco più di tre giorni non lo si ha per niente.

E così, mooolto a malincuore, scegliendo questo, lasciando quello e saltando l’altro, i nostri quattro giorni ce li siamo giocati così:

Quattro giorni in Sicilia: itinerario di viaggio

Primo giorno

Pisa – > Comiso

ryanair

Comiso – > Scicli

Secondo giorno

Mattinata alla scoperta di Scicli con un percorso dedicato alle Chiese Mariane della città, grazie ad un’escursione organizzata dal gruppo Tanit Scicli .

Se vuoi scoprire qualcosa in più sulla meravigliosa Scicli, potresti leggere questo post

Scicli – > Modica

Modica – > Donnalucata

Donnalucata – > Scicli

Per fare un mezzo bagnetto prima del rientro a Scicli, giusto in tempo per trovarci imbottigliate nel traffico della città. E mi sento in dovere di ricordare nuovamente la Vigilessa che ci ha amorevolmente aperto le transenne per farci parcheggiare “Scatoluzza” (nome di battesimo della nostra Yaris Aygo) all’interno della zona chiusa al traffico.

Terzo giorno

Scicli – > Ortigia

Ortigia è zona off-limits per quanto riguarda le auto; accertatevi che il vostro albergo abbia la possibilità di comunicare la vostra targa alla municipale, in modo che non vi arrivino brutte sorprese una volta tornati a casa. Altrimenti è possibile posteggiare al Parcheggio Talete proprio all’inizio dell’isola, oppure prima di attraversare il ponte.

Quarto giorno

Teatro Greco Siracusa – > Ragusa Ibla

Ragusa Ibla – > Aeroporto Comiso

ryanair1

Dietro le quinte…

Generalmente in quanto ad itinerario siamo sempre andate d’accordo, anzi non c’è praticamente mai stato bisogno di pianificare niente, tanto automaticamente facevamo le stesse cose ed andavamo dalla stessa parte.

Stavolta è stato un delirio: i tre giorni più incerti in 9 anni di viaggi insieme.

Già dalla prima notte si è reso necessario intavolare un vertice, roba che Strasburgo scansate, su cosa avremmo potuto e dovuto fare durante i restanti giorni. Solamente alle ore 1 AM circa, siamo arrivate a porre la firma sul patto di non belligeranza, con conseguente accordo sulle mete delle due restanti notti: Noto ed Ortigia.

Dodici ore, nemmeno quelle è durata la nostra convinzione su quel programma,  rendendolo di fatto carta da coriandoli. Ma ovviamente, senza darci per vinte, picchia e mena, valuta e rifletti, struffia e sbuffa, eccoci arrivare a siglare un nuovo accordo: quello dei “patti miliziani” in onore alla Madonna delle Milizie, la cui festa si sarebbe celebrata a Scicli, proprio quella sera. Festa nientemeno che patrimonio UNESCO. E dal momento che ci riteniamo Unesco Hunters che fai, te la perdi? E così bye bye Noto

Tre_giorni_in_Sicilia_impressioni_a_caldo

All’alba del terzo giorno ecco nuovi dubbi amletici a far da sfondo alla nostra ultima (ancora piango) colazione a Scicli: Marzamemi si o Marzamemi no?! All’unanimità e ad infinito malincuore, abbiamo dovuto rimandare alla prossima volta che, speriamo, non tardi ad arrivare.

Ma tranquilli che i millemila punti interrogativi che sono venuti a noi sarebbero venuti a chiunque perchè, a prescindere dal numero dei componenti del gruppo, la decisione su cosa fare scontenterà per forza qualcuno. Vi auto-scontenterete anche nel caso siate da soli, perchè rinunciare a qualcosa in favore di altro è matematicamente fonte di malessere.

 

 

 

Annunci

8 risposte a "Quattro giorni in Sicilia: Itinerario di viaggio"

  1. Ma no il vertice del G(enne partecipanti) si sarebbe dovuto concludere con un Golpe da parte tua Marghe! Potevi chiamarmi, ti avrei inviato il mio appoggio militare! Così la Madonna delle Milizie la portavamo noi in tour a Marzamemi e Noto 😛 Comunque visto che ormai in Sicilia sei di casa non mancheranno altre occasioni vedrai! Avete comunque visto un bel po in pochi giorni.
    Hai fatto la furbata di segnarti il numero della vigilessa? 😉
    Ma poi fammi capire una cosa: con quale cuore avete lasciato “scatoluzza” lì al suo destino? *__*

    Mi piace

    1. Ahahahah saresti arrivata a bordo della Caio Duilio, non c’è alcun dubbio in questo ahahah! Ma infatti, le cose che mancano le vedrò tranquillamente la prossima volta, tanto tra un mese sarò di nuovo da quelle parti… ed in realtà vorrei trovare un modo (senza donare un organo) di tornarci anche a Settembre, ma questo lo vedo poco fattibile.
      Eh Scatoluzza l’abbiamo lasciata sola soletta mezza parcheggiata bene e mezza sulle strisce, il problema è che prese dall’entusiasmo della festa, non abbiamo assolutamente guardato e prestato attenzione a dove la stavamo lasciando… è stata una bella e lunga ricerca quella della mattina dopo! Ahahahahah

      Piace a 1 persona

  2. Stavo proprio pensando che anche da soli sarebbe impossibile non litigare con se stessi sulla scelta della meta ma mi hai anticipata 😉
    La tentazione è sempre quella di mettere più cose in programma, ma poi si rischia di vedere tutto male e alla veloce. Poi un posto come la Sicilia! Io mi ripropongo da sempre di tornarci e poi invece rimando sempre… Ortigia in particolare è nei miei sogni da qualche tempo ❤️

    Mi piace

  3. Bell’itinerario! Noi siamo appena tornati da un tre giorni (e mezzo) tra Catania, Taormina e Siracusa e tutte ci sono piaciute tantissimo, soprattutto Siracusa! Ortigia rimane nel cuore, vero?
    Noto e Scicli invece ce le teniamo per la prossima volta, che speriamo sia quanto prima possibile: la Sicilia è davvero beddissima!!! Aspettiamo i prossimi articoli per approfondire! 😉

    Mi piace

  4. E ci credo che avete dovuto fare un summit (“Strasburgo scansate”…ahahah!!!) Noi pure quando siamo andati in Sicilia non sapevamo a cosa dare precedenza! Però mi piace che vi siate lasciate qualcosa da vedere per la prossima volta altrimenti avreste visto tutto in fretta e male. Noto e Ragusa Ibla mi intrigano molto…aspetto i post dedicati😉 un abbraccio Marghe!

    Mi piace

  5. Come ti capisco! Per me è stata una tragedia anche se avevo quasi due settimane. Ci sono talmente tante meraviglie che servirebbero mesi.. e poi vogliamo parlare del cibo??
    Io non vedo l’ora di tornare perché ho saltato in tronco proprio la Val di Noto 😱😱😱
    Comunque direi che, guerriglia interna a parte, avete fatto proprio un bel giro! 😊

    Mi piace

  6. Che bella la Sicilia, un posto in cui mi piace tornare e ritornare anche se Scicli mi manca…ma magari in una prossima visita!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.