Roussillon, la faccia rossa della Provenza

Che cosa vedere in Provenza? Quali sono le tappe immancabili? E le città da visitare assolutamente? Ma più in generale, che idea vi siete fatti di questa zona del sud della Francia?

Pensate che le cittadine indossino esclusivamente le tinte color pastello, dalla spiccata propensione al violetto? Si..effettivamente avete ragione! Ma sappiate che esistono anche delle eccezioni, bellissime eccezioni cromatiche. In particolare c’è un piccolo borgo, delizioso come tutti gli altri ma con un gran bel caratterino; se siete stanchi del color lavanda e preferite qualcosa di più deciso, beh allora dovere assolutamente far tappa a Roussillon.

Roussillon, la faccia rossa della Provenza 1

Ovviamente non aspettatevi una metropoli perchè qui non ce ne sono, anzi il detto “nella botte piccola ci sta il vino buono” sembra essere stato coniato appositamente per lei; per girarla tutta infatti un’oretta basta e avanza. O meglio, basterebbe se non siete interessati ai dettagli, perchè se vi fate prendere dalla situazione, se decidete di andare alla scoperta di: viuzze, piazzette, negozietti, porticine, finestrelle, murales e fiori sui davanzali, non verreste più via. Credetemi.

Che cos’ha questa città di diverso dalle altre? Come dicevo prima, il viola lavanda non è l’attore principale perchè qui la scena è completamente dominata da una particolare colorazione rossa, che si può notare più o meno dappertutto, dovuta ai giacimenti di ocra che si trovano alle porte del paese.

Credetemi nuovamente, questa terra è unica, anzi magica, perchè ha il potere di accendersi e spegnersi a seconda del tempo e dell’ora del giorno. Immergersi nel fantastico mondo della Val des Fées (valle delle Fate) e della Chaussée des Géants (le passeggiata dei giganti), è qualcosa di incredibile, avventurarsi tra le falesie vi farà sentire come dei piccoli Indiana Jones all’interno di uno strepitoso castello fatto di ocra.

Avete presente il detto “guardare ma non toccare”? Scordatevelo! Entrate e toccate le rocce, la sabbia, ed anche il sentiero dove state per mettere i piedi, così facendo scoprirete l’altro potere magico di questa terra: quello di tingere.

Roussillon vietato non visitarla (64)

Inutile dirvi che per noi è stato amore a prima vista. Ed è ancora più inutile specificare che io in quel sentiero mi ci sono tuffata praticamente a capofitto…avevo mani, faccia, ginocchia e braccia completamente rosse/arancioni/gialle; ovviamente mi è stato prontamente imposto di smettere di fare body panting, altrimenti non avrei potuto più rimettere piede in macchina. Tu chiamale se vuoi ingiustizie!

Roussillon vietato non visitarla (65)

Mi raccomando prima di andare via, voltatevi un’ultima volta, “perdete” altri dieci minuti ad ammirare quello splendido bosco dal quale siete appena usciti e che insieme ad i pinnacoli dal color del fuoco, si staglia contro uno dei cieli più azzurri che abbia mai visto.

Potrei continuare all’infinito a parlare dei sorrisi dei bambini mentre reciprocamente si stropicciavano la terra in faccia,

Roussillon vietato non visitarla (78)

 

dovrei dirvi che proprio prima dell’ingresso c’è un magnifico negozio che vende quadri ed oggetti di artigianato e potrei raccontarvi di quanto ho invidiato (perchè io non ne sono capace) quell’artista completamente assorto nel suo taccuino, intento ad immortalare un angolino di questa bellissima città.

Roussillon vietato non visitarla (25)

Ma le mie sarebbero parole e per giunta di super-mega-iper parte, quindi lascerò spazio alle immagini ribadendo per l’ultima volta che Roussillon è una tappa assolutamente imperdibile durante un viaggio in Provenza.

Info più o meno utili:

  • E’ possibile percorrere il sentiero delle ocre attraverso 2 percorsi della durata di 35 e 50 minuti per un costo rispettivamente di 2,50€ e 5,00€.
  • Tanto per farvi un’idea, questo è l’itinerario del mio On The Road in Provenza dell’anno scorso.
  • Roussillon si trova a 70 km da Valensone, 15 Km da Gordes e 60 Km da Avignone.

 

 

Annunci

20 thoughts on “Roussillon, la faccia rossa della Provenza

    1. Allora devi assolutamente tornare in Provenza! Io sto cercando di organizzare un nuovo viaggio anche per quest’anno, ma non so se riuscirò a farlo. Grazie mille, ma in quella situazione, con quello spettacolo della natura, era veramente facile fare le foto. Un abbraccio

      Liked by 1 persona

  1. Sono un’amante della Provenza, la mia seconda patria. Continuo a scrivere articoli su di lei, la terra che non mi stanca mai. Ma Roussillon non l’ho ancora vista e ti giuro che non so come sia possibile… perché dalle foto capisco che è stupenda!

    Mi piace

    1. Io sto facendo i salti mortali per trovare un modo di tornarci anche quest’estate…è stato veramente amore a prima vista. Il clima, i paesaggi, il sole, il profumo…tutto mi ha fatto innamorare. Dai che allora ti ho dato un’ottima scusa per tornare a visitarla 😀

      Mi piace

  2. Fantastico Marghe!! Non conoscevo questa cittadina ma mi hai proprio incuriosita.. da tempo ho segnato nella mia “lista” la Provenza per la fioritura della lavanda, ma questo gioiello me l’ero persa! Foto stupende, questo posto ha pure un che del Bryce Canyon! 🙂

    Mi piace

    1. Si, questo luogo è spettacolare e veramente assomiglia tantissimo al Bryce…non molto lontano c’è anche un’altra città simile, Rustrel, conosciuta come il Colorado provenzale ma purtroppo non sono riuscita ad ad arrivarci perchè avevo troppo poco tempo. Ti giuro che della Provenza mi sono innamorata anima e cuore, è uno dei posti più belli che abbia mai visitato.

      Liked by 1 persona

  3. Incredibile quanta varietà di paesaggi ci sia in Provenza. Si tende ad associare questa regione solo alla lavanda e, invece, poi spuntano luoghi come Roussillon: che spettacolo!

    Mi piace

  4. Non conoscevo questa parte della Provenza. Io sicuramente ci sarei rimasta più di un’ora se c’erano altre di quelle finestrelle che hai fotografato tu.
    Mi piace che si esca dai canoni del viola lavanda (che poi io non ho mai visto in Provenza hehehehhe) e che predomini il rosso. Mi fa ricordare i colori di una tavolozza di un pittore. Meravigliosa!

    Mi piace

    1. Si…hai detto benissimo, sembra la tavolozza di un pittore. E poi tutto questo rosso la contraddistingue da tutte le altre cittadine. Ti giuro che non so quanto siamo state a girare nel vuoto guardando finestrelle e botteghine. Grazie per essere passata da qui 😉

      Mi piace

  5. Roussillon credo sia il paesino più bello tra quelli che ho visitato in Provenza, saranno i colori, i toni caldi, la cura dei dettagli e forse anche la relativa poca gente, siamo arrivati prestissimissimo! Per me è imperdibile!!! Per non parlar poi del sentiero delle Ocre! Bellissime le foto poi! Complimenti!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...